Come fare un ritratto a matita realistico

Se ti stai chiedendo come fare un ritratto a matita realistico, sei finito nel posto giusto! I ritratti sono probabilmente alcune delle forme più note di fare arte. Lo abbiamo fatto per tutta la nostra storia. L’espressione del viso è molto importante in qualsiasi ritratto e l’idea è quella di mostrare l’umore, la personalità di un individuo in quel particolare momento.

Per disegnare la figura umana, è necessario esercitarsi molto e i ritratti sono un buon modo per scoprire come un artista usa il suo stile per rappresentarla. Dare vita a una persona semplicemente con una matita e un pezzo di carta è davvero magico. Se non hai abbastanza esperienza, questo non dovrebbe impedirti di provare. Esistono diversi tipi di ritratti che è possibile eseguire. I ritratti con vista frontale e a tre quarti sono quelli maggiormente utilizzati dagli artisti. Possono includere solo la testa , la testa e le spalle o anche l’intero corpo.

Per un principiante, disegnare un ritratto senza avere le conoscenze di base del disegno, può diventare frustrante molto velocemente. Le proporzioni del viso non sono buone, gli occhi mancano di espressione, i capelli non sembrano molto realistici e così via. Quindi ho deciso di offrirti in questo articolo, alcuni consigli per riuscire a disegnare un ritratto a matita realistico.

Ritratto a matita realistico: come disegnare il viso

Voglio iniziare questa serie di suggerimenti con la base del disegno verticale: il viso. Più avanti entreremo nei dettagli, ma prima, diamo un’occhiata all’aspetto generale. Ti suggerisco di iniziare a disegnare il tuo ritratto a matita tracciando un contorno abbozzato del viso, prima di riempire le forme.

Lavora da generale a specifico nel tuo disegno. Questo ti impedisce di commettere errori nelle proporzioni, ma ti aiuta anche a padroneggiare la composizione del tuo ritratto. Forse alcuni di voi sanno già come disegnare un ritratto di fronte, ma riuscire a disegnare un ritratto di profilo è tutta un’altra storia. Spesso è molto più complicato, ma è essenziale per essere in grado di disegnare dei buoni ritratti.

Disegnare un ritratto a matita: gli occhi e le loro espressioni

Dopo aver effettuato lo schizzo del viso, puoi iniziare a lavorare sugli occhi in modo più dettagliato. Anche se alcuni preferiscono iniziare da lì, non è quello che ti suggerisco. Come ho detto prima, facendo prima gli occhi, è più probabile che ti sbagli nelle proporzioni del resto del viso.

Quindi, come si disegnano gli occhi espressivi? Se riesci fare uno sguado simmetrico è già buono, renderlo vivo è ancora meglio, il tuo ritratto sarà più preciso e realistico. Le sopracciglia e l’apertura delle palpebre svolgono un ruolo importante nell’aspetto generale.

Per disegnare uno sguardo espressivo, non sono solo gli occhi che devi prendere in considerazione, ma anche le palpebre e le sopracciglia. Solo osservando gli occhi nel loro insieme, riuscirai ad ottenere un disegno somigliante e realistico. Più si accentuano le caratteristiche, più intensa appare l’emozione.

Disegnare capelli realistici

Dopo aver finito di disegnare il viso, passerai ai capelli. Ma fai attenzione, evita di disegnare tutti i capelli, questa non è una soluzione efficace. Prova a vedere i capelli nel loro insieme, con le aree più scure e le aree più chiare. Aggiungi più dettagli in alcuni punti, meno in altri. Non esitate a giocare sul contrasto.

Per disegnare i capelli bianchi il processo sarà leggermente diverso. Per ottenere un risultato soddisfacente bisogna disegnare con la gomma, vale a dire cancellando.

Come fare un ritratto a matita realistico?

I suggerimenti descritti sopra sono validi per tutti i tipi di ritratti, realistici o meno. Ma ora parliamo in modo specifico del disegno realistico. Come disegnare un ritratto a matita realistico? Non è semplice quando sei agli inizi, te lo garantisco.

Il primo passo è cruciale nella realizzazione di un ritratto, è importante non perdere le proporzioni e il posizionamento degli elementi che consentono di riconoscere la persona disegnata. Inserisci dei parametri di riferimento, se necessario, misura, confronta, ma prima di entrare nei dettagli, disegna la forma del viso, del naso, degli occhi, ecc., per assicurarti di essere già vicino al modello. Inizia a lavorare con una matita leggera e controlla la correttezza delle linee, ovviamente in questa fase come in tutte le altre, puoi apportare le correzioni al posizionamento degli occhi, della bocca, ecc.

Lentamente, inizia a modellare il viso, sempre con la stessa matita. Prendi una matita più grassa (ad esempio 2B) e inizia a salire di valore. Infine, prendi una matita abbastanza grassa come 6B e aggiungi i contrasti, finirà per dare volume e vita al tuo ritratto. Tieni presente che questo è un metodo abbastanza accademico per fare un ritratto, non esitare a testare altri modi di fare le cose, un ritratto non è solo una questione di valori e proporzioni , fare bene un ritratto è soprattutto una questione di sensibilità.

Il materiale necessario per un disegno realistico del personaggio

Certo, per fare un ritratto a matita realistico, ci vuole pazienza e molta pratica. Non stiamo parlando di un semplice disegno a matita.
Potrebbe volerci un po’ più di quanto pensi. Non basta una matita, una gomma e un foglio di carta. Ti consiglio di avere più di materiale da disegno di quello, se vuoi davvero un risultato di alta qualità.

Ritratto a matita realistico: conclusioni

Hai tante possibilità di disegnare un ritratto a matita, ma per ritratti realistici, ci sono tecniche e suggerimenti per arrivarci. Sta a te testarli e metterli in atto. L’importante è sperimentare molto e osservare bene il tuo modello, sempre. Inizia dal generale per poi entrare nel dettaglio. E concediti del tempo per esercitarti, fino a raggiungere un risultato che ti soddisfi.